Lo storytelling, ossia l’arte del raccontare. La lezione di Pixar per tutto il mondo della comunicazione

Nel libro Pixar Storytelling troviamo come vengono costruiti i caratteri e le storie dei personaggi che tutti abbiamo amato: Toy Story, Nemo, Wall-E , Up, Cars, Ratatouille, fino al più recente Inside Out. Pixar racconta il proprio metodo e spiega il sistema narrativo dietro ai suoi successi. Una lezione per tutto il mondo della comunicazione e del marketing.

Lo storytelling, ossia l’arte del raccontare, ha radici molto antiche così come lo studio delle narrazioni: fu Aristotele il primo ad analizzare le narrazioni del suo tempo, il teatro e il poema epico. La storia dello storytelling si sviluppa parallelamente alla storia della cultura umana e delle sue espressioni sin dai primordi della civiltà, rispondendo alla fondamentale esigenza di condividere le proprie esperienze, fissare i valori sociali e religiosi, fornire intrattenimento, spiegare i fenomeni e gli eventi naturali e storici, ma anche educare e trasmettere. Dalle incisioni rupestri alle storie di eroi recitate dagli aedi in Grecia con l’accompagnamento della musica, ai poemi religiosi ed alle cosmogonie, lo storytelling si rivela la forma comunicativa privilegiata sia per la trasmissione della tradizione e dell’identità culturale di una popolazione, che per la costruzione e condivisione di un sistema di valori, simboli, idee. Sin dall’inizio inoltre sullo storytelling si fondano le pratiche educative e formative delle civiltà antiche, così in Grecia come presso le civiltà mesopotamiche e il popolo ebraico l’educazione si fonda sulla narrazione: Omero, Esiodo, il poema di Gilgamesh, l’antico testamento e così via.

Oggi lo storytelling veicola molto interesse in tante persone per via dei social media, che si sono rivelati degli straordinari strumenti di auto-narrazione e narrazione. La comunicazione non è più una tantum: ora tutti si narrano, dalle aziende i personaggi famosi, ai politici, attraverso i social. Perché? Perché le narrazioni più efficaci sono quelle più lunghe, in cui ogni giorno si racconta una parte di sé.

La lezione di Pixar ci dà un ampio affresco delle tecniche adottate nella scrittura di plot e personaggi nel mondo dell’animazione; ma queste tecniche possono essere utilizzate anche nel mondo professionale della comunicazione e del marketing.

Le storie – dagli albori della tradizione orale – infatti, coinvolgono, emozionano, ci fanno immedesimare nei protagonisti e sono il modo con cui raccontiamo noi stessi e il mondo. In fondo, un brand, con la sua vision, la sua mission, la sua storia e i suoi valori è già un potente meccanismo narrativo. Lo storytelling, dunque, diventa il metodo con cui strutturarlo e organizzarlo.

 

Letizia Bollini, “Pixar e lo storytelling raccontato da chi lo sa fare” (Beautiful Interfaces) – Leggi l’articolo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *