La scomparsa della lingua italiana? Tra 80 anni. Lo si legge in un’interpellanza urgente in Parlamento

Pessimismo sul futuro dell’italiano minacciato dall’inglese. Ecco una citazione da un’interpellanza urgente per la tutela della lingua italiana fatta dal deputato Francesco Lollobrigida (Fratelli d’Italia) al Ministro dell’Istruzione:

«Questa anglicizzazione ossessiva rischia, nel lungo termine, di portare a un collasso dell'uso della lingua italiana, fino alla sua progressiva scomparsa che alcuni studiosi prevedono nell'arco di ottanta anni» – dall’interpellanza urgente 2-00040 presentata alla Camera da Francesco Lollobrigida il 4 luglio 2018

Lollobrigida non specifica chi ha previsto la scomparsa dell’italiano nell’arco di ottanta anni, ma nessuno dei più affermati studiosi della lingua italiana ha in verità mai avanzato ipotesi così catastrofiche.

Gli autori dell’affermazione per ora rimangono sconosciuti: non si rintraccia nessuno studio che prospetti l’estinzione dell’italiano entro la fine del XXI secolo. 

Un interessante articolo analizza le (non proprio recenti, ma reiterate in copia-incolla) proposte/interpellanze in materia di ricorso eccessivo alla terminologia straniera (si veda anche un nostro precedente post sull’argomento), a tutela della lingua italiana data per moribonda. Evidenziandone alcune banali incongruenze…

 

“Davvero fra 80 anni non si parlerà più italiano?”, Terminologia etc. – Leggi l’articolo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *