“Chissà perché dobbiamo sempre usare tutte queste parole inglesi”: bravo Draghi!

Ieri, durante la sua terza uscita pubblica, il Presidente Mario Draghi – dopo aver snocciolato un po’ di forestierismi ai quali ci siamo abituati forse troppo (smart working, baby sitting, ecc.) – si è posto una domanda che ha ovviamente già ricevuto il plauso della Accademia della Crusca e – con le dovute differenze, certo – ora anche il nostro.

Più volte anche Retorica-mente ha segnalato l’abuso di forestierismi, inutili e dannosi. Ora, che la riflessione provenga da un uomo abituato ai consessi internazionali e che non ha dunque bisogno di scimmiottare la conoscenza dell’inglese, conoscendolo perfettamente, ci fa enorme piacere. Speriamo sia solo l’inizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top