Cosa è rimasto di Sanremo? Certamente non i testi delle sue canzoni

Sanremo è dunque finito. Così, a mente fredda e senza interferenze e condizionamenti sonori, è possibile valutare la caratura delle liriche ascoltate. Lo fa Massimo Del Papa su Lettera43, in un articola che (giustamente) stronca la quasi totalità dei testi. Si distinguono solo Cristicchi che con Abbi cura di meè una preghiera, …

Il caso della cooperante rapita, un noto giornalista del Corriere e una figura retorica sbagliata. Ecco cosa può accadere

In settimana lo scrittore e editorialista del Corriere della Sera Massimo Gramellini, sulla prima pagina del quotidiano, dedica il suo consueto (e solitamente ironico) fondo a Silvia Romano, la cooperante italiana rapita in Kenya. La sua intenzione è di difenderla da quanti (riassumendo banalmente) l’accusavano di essersela andata a cercare, …

Populismo? Sovranismo? Fascismo? Gli italiani travolti dagli “–ismi”

Oggi, sulla prima pagina del Corriere della Sera, Aldo Grasso (Gli ismi e il linguaggio dell’idolatria) offre il suo consueto breve e pungente editoriale della domenica, dedicandolo questa volta agli “-ismi” della lingua italiana e degli italiani. A quel “populismo”, spesso accompagnato dal “sovranismo”, che riempie le pagine dei quotidiani. …

“Chi scrive bene, pensa bene e 
convive meglio”

La parola “comunicazione” sottende la parola “comune”. È ciò che mette in comune un mittente con un ricevente. Non si tratta solo di persuadere o convincere qualcuno attraverso l’uso della parola, ma, soprattutto, di condividere. E la scrittura, in quanto fondamento della vita associata, deve necessariamente essere chiara, orientata al …

La scomparsa della lingua italiana? Tra 80 anni. Lo si legge in un’interpellanza urgente in Parlamento

Pessimismo sul futuro dell’italiano minacciato dall’inglese. Ecco una citazione da un’interpellanza urgente per la tutela della lingua italiana fatta dal deputato Francesco Lollobrigida (Fratelli d’Italia) al Ministro dell’Istruzione:

“L’Americani so’ forti”. E allora diciamolo in inglese

La notizia è di pochi giorni fa: il neoministro del MIUR Marco Bussetti ha promesso un luminoso e tecnologico futuro per gli studenti italiani, prospettando loro la liberazione dalla schiavitù dei quaderni (evidente retaggio di un passato giurassico) grazie ai tablet. «Dobbiamo cambiare impostazione della didattica», dichiara il Ministro, «usare …

Back to Top