Parole ostili e insulti. L’evoluzione (?) del linguaggio politico

Dal “Vaffa day” in poi (fino al più recente “Buffone!” di Saviano) abbiamo iniziato ad abituarci all’idea che alla politica corrisponda un linguaggio sempre più scurrile, in cui insulti e offese di ogni genere sono all’ordine del giorno. Ma c’è da chiedersi se l’utilizzo dell’aggressività verbale e linguistica intercetti efficacemente …

“Il pollo che assapori parla la tua stessa lingua”. Il linguaggio pubblicitario tra persuasione e retorica

Il termine “retorica” oggi viene utilizzato tanto per indicare un discorso colto e descrittivo che fa riferimento alla più antica arte del discorrere, quanto nel significato corrente, con un alone spregiativo, per riferirsi a forme di comunicazione manipolatorie, che attraverso un subdolo utilizzo dell’estetica e delle emozioni, sono volte ad …

Come parla Trump

Intervistato da Jimmy Kimmel, Trump frulla 220 parole in 60 secondi e di queste, 172 parole (il 78%!) sono monosillabi, 39 sono bisillabi, 4 sono trisillabi. Di questi, tre su quattro sono “tremendous”… Il linguaggio di Donald Trump è semplice. E il linguaggio di Donald Trump è uno dei fattori principali …