Populismo? Sovranismo? Fascismo? Gli italiani travolti dagli “–ismi”

Oggi, sulla prima pagina del Corriere della Sera, Aldo Grasso (Gli ismi e il linguaggio dell’idolatria) offre il suo consueto breve e pungente editoriale della domenica, dedicandolo questa volta agli “-ismi” della lingua italiana e degli italiani. A quel “populismo”, spesso accompagnato dal “sovranismo”, che riempie le pagine dei quotidiani. …

“Chi scrive bene, pensa bene e 
convive meglio”

La parola “comunicazione” sottende la parola “comune”. È ciò che mette in comune un mittente con un ricevente. Non si tratta solo di persuadere o convincere qualcuno attraverso l’uso della parola, ma, soprattutto, di condividere. E la scrittura, in quanto fondamento della vita associata, deve necessariamente essere chiara, orientata al …

“L’Americani so’ forti”. E allora diciamolo in inglese

La notizia è di pochi giorni fa: il neoministro del MIUR Marco Bussetti ha promesso un luminoso e tecnologico futuro per gli studenti italiani, prospettando loro la liberazione dalla schiavitù dei quaderni (evidente retaggio di un passato giurassico) grazie ai tablet. «Dobbiamo cambiare impostazione della didattica», dichiara il Ministro, «usare …

Stili oratori – Aristotele a Renzi e Salvini avrebbe preferito Marchionne

In queste ultime settimane durante le quali l’Italia si è accorta che Sergio Marchionne era uno straordinario manager sono cominciate le condivisioni post-mortem dei suoi discorsi, divenuti subito totem dei tanti alla ricerca di modelli di riferimento. Ma quanto è diversa l’oratoria di Marchionne da quella di Renzi e Salvini?